Skyline

Delle volte serve un riempitivo per passare una serata, serve un riempitivo per coprire i silenzi imbarazzanti, serve un riempitivo per evitare di deprimersi. Allo stesso modo, anche questo blog ogni tanto ha bisogno di un riempitivo. Per queste e altre impalpabili ragioni, sono qui a parlarvi di Skyline, il peggior (o miglior) riempitivo degli ultimi tempi. E mentre noi scopriamo nuovi metodi per perdere tempo, Sci Fi Channel cancella Stargate Universe.Voi direte, cosa c’entra? C’entra eccome! Non possiamo certo dire che Stargate Atlantis sia una delle serie più belle in assoluto, ma il suo concept era senz’altro interessante e sopratutto il mondo di Stargate è sempre stato molto affascinante. L’unico vero erede di Star Trek. Con Universe la serie ha cambiato radicalmente struttura e punti di vista, mostrando pochi nemici e tanti problemi interni, ma l’idea di mescoltare Star Trek Voyager a Battlestar Galactica non poteva che risultare vincente. Eppure no. Non ce l’ha fatta. Niente più fantascienza in tv.

Nonostante tutto, ancora oggi, chi scopre la fantascienza non la lascia più

In compenso, al cinema sta per passare Skyline (in realtà in Italia uscirà solo a gennaio) e la fantascienza riprende la strada opposta, quella degli effetti speciali senza trama. Roba da rimpiangere Hercules nello spazio.

La pellicola in questione è una mezza incognita perché a seconda dei punti di vista e della conoscenza o meno del suo background, può cambiare sensibilmente il suo valore intrinseco.

Come si dovrebbe notare da subito, infatti, il film è indipendente, il che significa che non c’è stato nessun riccone a finanziare il progetto o a dargli delle direttive. Skyline quindi è uscito esattamente come volevano i due registi, il che può essere apprezzabile.

Ciò che traspare, però, è che i due non avevano delle grandi idee e infatti dal primo all’ultimo minuto sembra di trovarsi davanti ad un film porno ad alto budget, con tanto di effetti speciali, senza sesso, ma comunque un porno, e come tale, soggetto ai soliti pregi e difetti: recitazioni pessime, riprese poco ispirate, mancanza assoluta di originalità nella già povera trama, citazioni volontarie ma anche involontarie, il tutto solo per far da contorno al fulcro del film: la spettacolarità visiva, il porno mentale legalizzato anche ai minorenni.

Porno e fantascienza

Se volete ve lo dico: Skyline parla di un’invasione di alieni vista dagli occhi di personaggi assolutamente privi di una qualsiasi caratterizzazione, che non fanno altro che guardare fuori dalla finestra cosa sta succedendo, e che ci costringono a fare lo stesso, dato che l’unica cosa interessante sono gli effetti speciali là fuori. Un po’ come Indipendence Day ma senza presidente eroe, come Cloverfield ma con un paio d’anni di ritardo, come La guerra dei mondi, ma… sì dai, proprio come La guerra dei mondi (il film preferito dall’eminente Dr. B.). Questi alieni infatti attaccano la Terra distruggendo tutto e risucchiando gli umani nelle proprie navicelle, per scopi che probabilmente verranno affrontati solo nel seguito, preannunciato già nel mega bastardissimo cliffhanger finale.

Nel film troviamo i soliti alieni coi tentacoli, quelli che vanno forte in oriente

Dal punto di vista del cultore di cinema è molto difficile salvare qualcosa. Dal punto di vista del cultore di film porno, che si accontenta di far lavorare e godere solo gli occhi, forse un briciolo di interesse lo si potrebbe trovare. Poi la cosa è opinabile: io per esempio, preferirei di gran lunga guardarmi un porno vero e proprio, anche senza effetti speciali, via.

Purtroppo però quell’oretta e mezzo l’ho passata annoiandomi più che coi film canadesi, e nessuno me la restituirà.

Sicuramente evitabile.

This entry was posted in alieni, cinema, cinema, film 2011, lancil9, scifi. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.