SPECIALE RESOCONTO 2011: I telefilm

È con netto e ingiustificabile ritardo che la redazione di Recensopoli è lieta di presentarvi il meglio e il peggio dei telefilm del 2011. Un anno fa vi avevamo lasciato con pochi premi ma tante emozioni. Quest’anno invece abbiam deciso di offrire un servizio completo tagliando a fette la coppa dei vincitori. Illustri le assenze, indesiderate e scomode alcune presenze, ma tutto prontamente giustificato e deciso dalla giuria di qualità!

Procediamo quindi con le serie del 2011. Che sia stata una buona annata?Premio Beautiful per “la serie che continua imperterrita ad esistere senza che nessuno se ne accorga”: The Simpsons

Passate ormai le 500 puntate sembra che tutto il mondo abbia un piacevole ricordo della famiglia gialla, e che continui a seguire le repliche su Fox. Ma attenzione: non sono repliche!

RITIRA IL PREMIO: la locandina del film

Da quando uscì il film, tutto fu come prima!

Premio “Sono più costoso di Merlin e sono ammerregano, ma faccio pena lo stesso”: Camelot
Una stupendamente inutile serie su Artù, anzi su Merlino e Morgana, più fedele alla letteratura bretone rispetto all’inglese Merlin, ma incredibilmente noiosa e lenta nonostante le tette di Eva Green sempre in mostra ad alzare l’odiens. Avrebbe meritato anche il premio fregatura dell’anno, ma quel premio non esiste.

RITIRA IL PREMIO: Eva Green

Il medioevo era molto pudico

Premio “Risata grassa ma non facciamoci scoprire”: The Big Bang Theory
Telefilm sempre ad alti livelli, divertente ed intelligente. Gli altri candidati non ci hanno dato la stessa speranza di poter diventare in qualche modo fighi e appagati.

RITIRA IL PREMIO: Megavideo

Da oggi senza limiti di tempo

Premio “Meglio di un porno”: Spartacus – Gods of the Arena
Se l’è giocata con le tette di Eva Green e con Californication, ma i capezzoloni di Xena e quei 15 minuti buoni di nudo ogni settimana non hanno lasciato speranza agli avversari.

RITIRA IL PREMIO: la controfigura delle scene hot

Nell’antica Roma non si usavano contraccettivi!

Premio “Dopo quattro stagioni ha rotto il cazzo ‘sto tira e molla”: Californication, Stagione 4
Serie sempre molto piacevole, ma anche sempre più inverosimile. All’inizio si sperava di diventare come lui, ma vedere Mulder ogni settimana con un XXX-Files nuovo non è più così esaltante. La quinta stagione è già candidata al premio Beautiful… vedremo!

RITIRA IL PREMIO: Luciano Ligabue

Uno che si rinnova sempre

Premio Chuck per il “Toh, sull’hard disk ho trovato ‘ste dieci puntate a fare muffa, guardiamole”: Desperate Housewives, Stagione 7
Quando non c’è di meglio, si può fare: si possono guardare quelle vecchie bacucche piangersi addosso. La settima stagione non lascia grandi ricordi, ma come tutte le altre è molto piacevole e invita con maestria a scoprire come andranno a finire i drammi del vicinato. Tuttavia, tirare di nuovo fuori vecchi personaggi odiati già nella prima stagione forse è stata una mossa azzardata. Il premio se lo sarebbe meritato Chuck ma, avendo dato il nome al premio, era fuori candidatura.

RITIRA IL PREMIO: un vecchio romagnolo

“Piutost che gnint… l’è mei piutost!”

Premio “Intrattenimento con pretese non mantenute”: Grey’s Anatomy, Stagione 7
Sì, è sempre bello e nonostante tutto continuiamo (continuo) a preferirlo al comunque eccellente House, però che nostalgia per le prime tre stagioni!

RITIRA IL PREMIO: il dottor Stranamore

“…è cominciato tutto da me!”

Premio Trainspotting per “E chi se l’aspettava dagli inglesi?”: Misfits, Stagione 3
Continua la serie dei supereroi che più di Spider-Man han capito che da grandi poteri derivano grandi responsabilità. Scorretto e violento, divertente e con le idee chiare. Una nuova stagione senza Nathan che mantiene però alto l’interesse.

RITIRA IL PREMIO: la sorella Pippa

“Scusate le spalle!”

Premio “Il meglio del meglio del 2011”: Game of Thrones
Noi votanti, e con noi intendo io, non ci credavamo molto. Dalle immagini sembrava un altro La spada della verità senza futuro, e invece si è dimostrato un telefilm con poca azione e tanti intrighi, pochi stereotipi e tanti colpi di scena, poche femmine ma tanta qualità! Il telefilm che tutti gli amanti del fantasy e dell’intrattenimento in generale dovrebbero guardare. Confidiamo nella seconda stagione.

RITIRA IL PREMIO: la solita controfigura

“…la prossima volta controfigura solo nelle scene hot di Demolition Man
This entry was posted in #telefilm, lancil9, serie tv, speciale resoconto 2011, telefilm 2011. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.