Resident Evil Degeneration

Per la settimana più non morta dell’anno non volevamo lasciarvi senza qualche bel film d’animazione, in modo da accontentare anche i più piccoli. Certo, Resident Evil non è proprio la cosa migliore da far vedere ai vostri pargoli, ma meglio di così non siamo riusciti a fare.

In fondo anche noi avevamo poco più di 10 anni quando vedemmo inserire il disco di Resident Evil nella PSX del nostro amico ricco (mannaggia a lui). Abbandoniamo per un po’ i personaggi in carne (putrefatta) e ossa (rotte), e dedichiamoci a qualcosa di squisitamente CGI.Di film sugli zombie abbiam capito esisterne tanti, ma quel che è difficile indovinare è quale sia meritevole e quale sia indecente. C’è il film della Troma nato per far ridere, c’è il film di Romero che vuole far polemiche sociali e poi c’è il film di puro intrattenimento, come la saga di Resident Evil.

Per quanto i miei consigli principali rimangano L’alba dei morti dementi e Planet Terror, posso affermare con certezza che questo lungometraggio in computer grafica della Capcom è un film assolutamente meritevole.

Effettivamente con le precedenti tre pellicole con Milla Jovovich in comune c’è solo l’universo del videogioco e qualche citazione. Non che sia un problema, anzi, per i fan della saga sicuramente ci troviamo davanti a un prodotto particolarmente fedele e citazionista nei confronti, in particolare, del secondo capitolo videoludico, quello in cui i protagonisti si ritrovano dentro una Raccoon City prossima alla distruzione per mezzo del governo, che non solo vuole eliminare tutti gli zombie, ma anche insabbiare tutte le misfatte dell’Umbrella Corporation (questione approfondita, anche se con qualche licenza poetica rispetto al videogioco, in Resident Evil Apocalypse).

Beh… oddio… un po’ la sua mancanza si sente!

Come nel videogioco i protagonisti principali saranno Claire Redfield e Leon Kennedy, entrambi fedelissimi nel look e nell’abbigliamento alle controparti per console.

La storia, oltre ad offrire una massiccia dose di azione e violenza, è basata su alcuni risvolti burocratici che il disastro di Racoon City e il possesso di virus e antivirus zombesco da parte di una nuova società hanno prodotto a livello finanziario.

Insolitamente, vista la saga e il concept, i personaggi risultano ben caratterizzati, non troppo credibili, ma sicuramente carismatici e esaltanti, proprio come lo sono la maggior parte delle scene d’azione. Parlando in assoluto non siamo davanti ad un capolavoro, ma probabilmente alla miglior pellicola targata Resident Evil e ad un ottimo film sugli zombie.

Ok, va bene, anche gli altri film hanno un loro perché!

Ideale per passare una buona oretta e mezzo e sicuramente un ottimo prodotto per vantarsi del proprio impianto home theater ad alta definizione.

This entry was posted in cgi, cinema, cinema, film 2008, lancil9, resident evil, zombie, zombie week. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.